Interferenze tra Freccia Udine-Roma e regionali Udine-Mestre


Pubblico un interessante commento di Piero sulla questione tempi di percorrenza: buona lettura.

“Sarebbe auspicabile che con il cadenzamento veneto di dicembre vengano eliminate le interferenze del udine-Roma con i regionali nella tratta udine-Mestre. ( a quanto pare il freccia
si accoda ad un regionale nella tratta veneta! ) Trovo sconcertante che un treno di qualità come una frecciargento impieghi due minuti in più dei regionali veloci nel tratto udine-Mestre, e sosti nella stazione veneta più di quanto sia strettamente necessario per permettere l’ inversione di marcia. Come tempi di percorrenza tanto valeva garantire una comoda coincidenza di 10-15 minuti a Mestre con un regionale veloce, e la regione avrebbe risparmiato ingenti risorse! Nel dettaglio la traccia del FA 9411, se paragonata con quella del frecciabianca udine-Milano via Mestre è più lunga di ben 16 minuti! E sosta ben 13 minuti a Mestre, quando ne basterebbero 8. In conclusione la partenza che oggi avviene alle 6.45 da Udine potrebbe benissimo essere posticipata alle 7.00 o 7.05, permettendo così un ottimo tempo di percorrenza di sole 4 ore 53′ tra udine e Roma tiburtina”.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comunicazioni utili ai pendolari. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Interferenze tra Freccia Udine-Roma e regionali Udine-Mestre

  1. simsesta668 ha detto:

    Il signor Piero ha pubblicato post molto chiari e validi, che condivido in pieno.
    Quanto al Frecciargento Udine – Roma, avevo notato anch’io l’aumento di percorrenza. Nell’ultima riunione ho anche fatto presente agli esponenti di RFI tale circostanza, ricevendo vaghe risposte.
    Il problema è che le sezioni di blocco sulla Venezia-Udine-Trieste sono troppo distanziate; quindi effettuare precedenze richiede tempi lunghi di sosta del convoglio “da superare” e, di fatto, si circola tutti in fila e il Frecciargento si accoda ai regionali. Non solo: è stato anticipato anche l’RV per Venezia che partiva da Udine alle 6.27 (ora parte qualche minuto prima a parità di arrivo)…
    Ancora peggio l’esempio dell’ICN Roma-Udine-Trieste, che sosta a Udine ben quindici minuti e prosegue per Gorizia-Trieste accodandosi al regionale 6003 e arrivando a Trieste ben due ore dopo circa l’arrivo a Udine! Il bello è che da giugno all’inizio di settembre il 6003 non c’è ma il treno ICN mantiene quell’assurda percorrenza dilatata, giungendo a Gorizia sistematicamente con una ventina di minuti d’anticipo.
    Non è un modo ottimale di gestire infrastruttura e tempi di percorrenza.
    Sono sinceramente stufo di quelli che mi appaiono come tentativi surrettizi di istradare l’utenza sulle Frecce, a cominciare dal sito stesso di Trenitalia sul quale, se vuoi avere orari di treni ordinari, devi prima cliccare su “tutti i treni”: se te ne dimentichi e indichi località non servite da Frecce, potresti pensare che esse non siano servite da treni; se invece vi sono Frecce, penserai forse che ci siano solo quelle.
    Mi fa piacere, comunque, che il signor Piero abbia notato cose che trovo evidenti e che, pur tuttavia, non vengono tenute in considerazione seppur adeguatamente rappresentate nelle sedi opportune.

  2. woland881 ha detto:

    E come è possibile che se i RV in ingresso a Udine da Venezia per “sbaglio” arrivano al binario 1 anticipano anche di 4 minuti ? Non ci sono deviate a 30 km/h, ma è un problema ?!

I commenti sono chiusi.