Prese elettriche a bordo treno


Nell’ultimo mese ho cercato invano di caricare la batteria del cellulare a bordo treno: i tentativi hanno avuto luogo sulle carrozze completamente rimesse a nuovo, se non erro sono 6 in tutto e sul Minuetto.
Il numero di tentativi rispetto al numero di prese non mi consente di esprimere un giudizio basato su dati oggettivi, tuttavia trovo strano che mezzi nuovi abbiano già problemi.
La risposta di un capotreno alla mia domanda in merito, a bordo delle carrozze rimesse a nuovo è stata sconcertante:
“Bisogna vedere se hanno mai funzionato…”
Risposta superficiale, non ne faccio un dramma, ma significativa.
Ho inoltrato una segnalazione sul problema agli uffici regionali:

“Buonasera,

Sono a bordo del 2856, in composizione mista tra carrozze completamente restyled e altre un pó meno.
Non è la prima volta che attaccando la presa del cellulare, non carico nulla.
Mi è capitato anche sul 2841 nei posti rialzati da 3.
Vi chiedo di verificare le cause di questo problema.
Grazie,

Marco Chiandoni

2. messaggio

Per la precisione ho provato 8 prese della carrozza n. 50832187482.0 del regionale 2856.

20120829-065512.jpg

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comunicazioni disservizi. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Prese elettriche a bordo treno

  1. Simone ha detto:

    Nella mia recente nota in merito alle preannunciate – e per fortuna annullate – soppressioni di alcuni convogli “indivisi”, avevo citato il fatto che su alcune vetture recentemente riqualificate non mi era stato possibile avvalermi delle prese elettriche perchè non funzionanti.
    In seguito ho utilizzato altri convogli e altre vetture (non sono solo quelle recentemente riqualificate ad essere dotate di prese) e ho verificato che, per fortuna, su alcune di esse le prese funzionano regolarmente. Mi è stato fatto presente che talvolta è esclusa l’intera serie di prese di una vettura, ecco perchè se non funziona la presa su una vettura è difficile che funzionino altre sulla medesima vettura… tanto vale spostarsi. Ho fatto così anch’io ed effettivamente mi è andata bene.
    La presenza di prese è tuttavia ancora troppo saltuaria. Duole peraltro constatare che su materiale non recentissimo delle ferrovie austriache le prese erano già presenti (il simbolo è quello del pc portatile, che è utilizzato con diffusione notevole da più di vent’anni). A tutt’oggi, molti convogli in Europa non solo sono dotati di prese ma persino di connessione wi-fi gratuita (di qualità variabile a seconda del tracciato percorso): avevo scritto in merito delle ferrovie e autolinee olandesi (la connessione wi-fi era persino su alcune linee d’autobus di tipo suburbano, sempre gratis!) e di recente ho avuto modo di constatare che anche sulle ferrovie austriache alcuni nuovi convogli (i “Railjet”) offrono il servizio gratuito.
    Presso di noi, solo su treni Frecciarossa, Frecciargento e simili è previsto un simile servizio.

    • Marco Chiandoni ha detto:

      Grazie Simone.
      Sul materiale rotabile attualmente in servizio in FVG, eccetto i Minuetto e le vetture rimesse a nuovo non mi pare ce ne siano altre con prese disponibili.
      Di fatto la situazione a oggi è scadente.

I commenti sono chiusi.