1860-2010 I “primi” 150 anni della nostra stazione di Udine


L’autore del libro si chiama Claudio Canton e merita di essere pubblicizzato per l’apparato fotografico e i testi che trattano in modo chiaro ed esaustivo le origini, le vicissitudini, il periodo d’oro e la decadenza della nostra stazione.

Come tutti potete vedere, gli scali della stazione sono in fase di smantellamento, le officine sono state chiuse, il deposito locomotive anche; il restyling interno della stazione ha trasformato questo luogo in un mini centro commerciale, nel quale è difficile rendersi conto di trovarsi nel posto dove arrivano e partono treni.

Il lavoro di Claudio Canton contiene inoltre un contributo del direttore della biblioteca civica Joppi, dottor Romano Vecchiet, noto appassionato di trasporto ferroviario e autore di numerose pubblicazioni sul tema.

Un doveroso ringraziamento per l’importante opera del Canton da parte di tutti i pendolari che non vedono il treno come mero mezzo di trasporto, ma lo scelgono come stile di trasporto in termini ambientali, sociali e culturali.

Marco Chiandoni

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comunicazioni utili ai pendolari, Cultori delle Ferrovie. Contrassegna il permalink.