Le stazioni minori del Veneto passano agli Enti locali


Si riporta un articolo molto interessante del 3 maggio 201, spiacente, non conosco la fonte.

Questa idea dobbiamo proporla anche alla nostra Regione, a nostro modo di vedere.

Le stazioni minori del Veneto passano agli Enti locali

di Fabio Veronesi

VENEZIA – Rete Ferroviaria Italiana cederà  agli Enti locali, in comodato o locazione, fabbricati e aree non più  funzionali alle attività ferroviarie relativi alle stazioni ferroviarie venete con una frequentazione inferiore a 500 viaggiatori/giorno. E’ quanto stabilito dal protocollo d’intesa tra la Regione del Veneto e Rete Ferroviaria Italiana firmato il 28 aprile dall’assessore alle politiche della mobilità Renato Chisso e dal rappresentante di RFI Giuseppe Albanese.

Il tuo browser potrebbe non supportare la visualizzazione di questa immagine.

Chisso e Albanese firmano il protocollo d’intesa per la cessione agli Enti locali di fabbricati e aree ferroviarie delle stazioni minori.

Foto Ufficio Stampa della Regione Veneto – 28 aprile 2010

Sono esclusi tutti i beni che devono essere necessariamente gestititi direttamente da RFI per lo svolgimento dell’esercizio ferroviario, quelli già soggetti a contratto con terzi, quelli di prossima scissione/alienazione a favore di altre Società del Gruppo Ferrovie dello Stato e quelli finalizzati alla realizzazione di progetti di sviluppo e potenziamento dell’infrastruttura ferroviaria.
“L’obiettivo” – ha sottolineato Chisso – “è di favorire la riqualificazione della presenza stessa di questi immobili, altrimenti spesso oggetto di atti di vandalismo, garantendone la manutenzione e il decoro, un utilizzo rispondente alle esigenze delle diverse comunità locali e anche per migliorare i servizi alla clientela”. “E’ un campo di prova per RFI” – ha detto dal canto suo Albanese – “un’iniziativa di punta in Italia dove esistono solo esperienze nelle Province Autonome, per dare nuove finalità e decoro a immobili che sono un bene pubblico”.

Di seguito l’elenco delle stazioni e fermate del Veneto con una frequentazione inferiore a 500 passeggeri.

Provincia di Belluno
Alano Fener Valdobbiadene, Busche Lentiai Mel, Calalzo Pieve di Cadore Cortina, Longarone Zoldo, Perarolo di Cadore, Ponte nelle Alpi, Quero Vas, Santa Croce del Lago, Santa Giustina Cesio, Sedico Bribano, Stazione dell’Alpago.

Provincia di Padova
Abano Terme, Battaglia Terme, Campodarsego, Carmignano di Brenta, Este, Fontaniva, Fratte Centro, Galliera Veneta Tombolo, Mestrino, Montagnana, Ospedaletto Euganeo, Piombino Dese, Ponte di Brenta, San Giorgio delle Pertiche, San Martino di Lupari, San Pietro in Gù, Sant’Elena Este, Stanghella, Trebaseleghe, Vigodarzere, Vigonza Pianiga, Villa del Conte.

Provincia di Rovigo
Adria, Arquà, Badia Polesine, Baricetta, Canaro, Ceregnano, Costa, Fratta, Lama, Lendinara, Loreo, Polesella, Rosolina.

Provincia di Treviso
Castello di Godego, Cismon del Grappa, Cornuda, Fagarè, Fanzolo, Gorgo al Monticano, Istrana, Lancenigo, Levada, Motta di Livenza, Oderzo, Orsago, Paese, Paese Castagnole, Pederobba Cavaso Possagno, Pianzano, Ponte di Piave, Postioma, Resana, San Biagio di Callalta, Soffratta, Spresiano, Susegana, Trevignano Signoressa, Vittorio Veneto.

Provincia di Venezia
Annone Veneto, Cavanella d’Adige, Ceggia, ChioggiAggiungi un appuntamento per oggia, Fossalta di Piave, Gaggio, Lison, Maerne di Martellago, Marano, Meolo, Olmi Spercenigo, Salzano Robegano, Santa Anna di ChioggiAggiungi un appuntamento per oggia, Teglio Veneto, Venezia Carpenedo, Venezia Porto Marghera.

Provincia di Verona
Albaredo, Bevilacqua, Bonferraro, Boschi Sant’Anna, Bovolone, Buttapietra, Caldiero, Castagnaro, Castelnuovo del Garda, Cerea, Dolcè, Domegliara, Dossobuono, Isola della Scala, Mozzecane, Nogara, Peri, San Martino Buon Albergo, Sanguinetto, Villabartolomea, Villafranca di Verona

Provincia di Vicenza
Altavilla Tavernelle, Carpanè Valstagna, Cassola, Cavazzale, Grisignano di Zocco, Lerino, Lonigo, Montebello, Primolano, Rosà, Rossano Veneto, San Marino, San Nazario, Solagna, Villaverla.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comunicazioni utili ai pendolari, Stazioni. Contrassegna il permalink.